Archive for aprile, 2012

Giulio Casale in “La Febbre” al Teatro Litta (Mi) fino al 29 aprile

Giulio Casale

Da cosa si valuta la qualità di un artista?
La notorietà può essere un buon metro di giudizio, soprattutto in questa era mediatica dove molte cose son studiate e costruite a tavolino? Evidentemente no, e Giulio “Estremo” Casale ne è la più lampante dimostrazione!
Giulio Casale è probabilmente meno noto di qualsiasi comparsata di X-Factor, eppure è dal 91, anno in cui fonda la rock band Estra, con cui inciderà 4 album, che calca i palcoscenici.

READ MORE

0

Afterhours – Padania

Autore: Afterhours
Titolo Album:
Padania
Anno:
2012
Casa Discografica:
Germi/Artist First
Genere Musicale:
Rock

“Ho la fortuna di essere seguito da gente interessata alle mie opinioni, di avere questo piccolo megafono e lo uso: quello di assumere una posizione è un dovere del cittadino. (…) Non credo che le quattro cose che canto possano creare terremoti, ma ritengo riescano a contaminare chi le ascolta.” – Manuel Agnelli – Intervista di Federico Guglielmi, Il Mucchio Selvaggio Aprile 2012

Abbandonate ogni difesa, voi che all’ascolto vi apprestate: state pur certi che il suono vi stravolgerà, vi fagociterà e vi renderà veicolo di un messaggio a tratti manifesto, a tratti indecifrabile, quasi subliminale.
Il titolo di quest’ultimo lavoro degli Afterhours uscito il 17 aprile scorso (nonchè la title track) Padania ha sicuramente un alone profetico, specie alla luce degli avvenimenti che negli ultimi tempi hanno invaso le prime pagine, con protagonista proprio la Lega Nord. Insomma, che la band avesse molte qualità era fuori discussione, ma che a queste dovesse aggiungersi anche la chiaroveggenza è senza dubbio una sorpresa.  A loro piace pensare di aver portato sfiga, a noi fans invece piace immaginare che si siano ripresi la loro terra d’origine, quantomeno simbolicamente: sghignazzando mentre il contrappasso, inesorabilmente, si compie.

READ MORE

1

Welcome in Disagio – intervista con Luca Guercio dei Meganoidi

 

E’ uscito da poco, esattamente il  6 aprile scorso, il nuovo album dei Meganoidi, dal titolo Welcome in Disagio. Questo avvenimento ha suscitato in noi non poco interesse e l’ascolto ha confermato in pieno le aspettative che ci eravamo creati, ovvero il fatto di trovarci ad ascoltare musica di ottima qualità, che rispecchia in pieno quell’indipendenza artistica ed umana (supportata da un rapporto molto sincero  con chi li segue, da ormai 14 anni) nella quale il gruppo nasce, cresce e si fortifica, fino a divenire una realtà vigorosa e genuina nel panorama musicale italiano.

READ MORE

0

U2 – The Joshua Tree

Autore: U2
Titolo Album:
The Joshua Tree
Anno:
1987
Casa Discografica:
Island
Genere Musicale:
Rock

“Abbiamo veramente iniziato a far soldi solo dopo l’uscita di The Joshua Tree. Dopo abbiamo investito un sacco in Rattle and Hum ; perciò, più che fare un sacco di soldi, abbiamo visto un sacco di soldi che però sono stati reinvestiti immediatamente. Se non ricordo male, alla fine del tour, mi sono ritrovato con ventimila dollari; avevo risparmiato per anni e anni per potermi comprare una Harley e quella fu il primo vero lusso che mi concedetti…” (Larry – Gli U2 alla fine del mondo – Bill Flanagan, 1996)


L’album The Joshua Tree è un successo clamoroso, che ufficialmente fa salire gli U2 sull’Olimpo del rock. Lo testimonia la copertina del Time nel 1987, subito dopo l’uscita dell’album, con i quattro dublinesi e la scritta U2 in fiamme: una vera dichiarazione d’amore nei loro confronti da parte degli U.S.A.
Un sentimento corrisposto che si trasforma talvolta in odio, teso a distruggere un po’ il mito americano. Specie quando si tratta di politica: in quegli anni Reagan era finito nello scandalo (risolto con l’insabbiamento) dei soldi ai Contras del Nicaragua; è proprio durante un viaggio in quelle terre e a San Salvador, durante il Cospiracy of Hope Tour di Amnesty International, che Bono tocca con mano la situazione terribile in cui versano le popolazioni locali.

READ MORE

0

Queen – Innuendo

Autore: Queen

Titolo Album: Innuendo

Anno:  1991                                       

Casa Discografica: Parlophone

Genere Musicale: Pop rock – Glam Rock

                            
Per capire la genesi dell’ultimo disco dei Queen nella loro formazione originale, con Freddie Mercury front-man d’indiscutibile carisma e potenza vocale, occorre partire proprio dalla sua morte, avvenuta successivamente all’uscita di Innuendo, il 24 novembre 1991. Appena il giorno prima, Freddie aveva annunciato alla stampa e al mondo intero di essere sieropositivo e di aver contratto il virus dell’AIDS, conferma che ormai le orde di giornalisti che lo perseguitavano da mesi attendevano con ansia. Le voci di una sua grave malattia, fomentate anche dall’evidente aspetto sofferente e notevolmente dimagrito che negli ultimi tempi il cantante mostrava in pubblico, finalmente trovavano riscontro definitivo. Purtroppo la tragedia si compiva irrimediabilmente, a causa di un’improvvisa broncopolmonite provocata dalla malattia, mentre tutto il mondo si trovava improvvisamente più solo, senza la presenza di uno dei cantanti più amati dal pubblico, un esempio vivente di genio vocale  e straordinaria, caparbia determinazione fino all’ultimo sofferto respiro, quasi si trattasse di una vera e propria vocazione all’arte.

READ MORE

0