CRLN – “Caroline”: la nuova voce femminile di Macro Beats

CRLNFOTO1

 

“Caroline” è l’EP d’esordio di CRLN, prima e nuova voce femminile ad entrare nel roster Macro Beats, uscito venerdì 20 maggio 2016 su iTunes, tutte le maggiori piattaforme digitali e in tutti i negozi di dischi in un esclusivo formato digipack, distribuito da A1 Entertainment.

Si tratta di una ragazza giovane, ma con un talento già molto definito. “Parlami di te” è il primo video estratto, affidato alla la regia di Nicola Artico e Matteo Podini per Frame 24. Il sound è molto moderno, in chiave soul e contrasta con la leggerezza e la delicatezza del cantato: è proprio questa la forza del brano, che risulta essere molto suggestivo.

Il suo primo EP “Caroline” è stato registrato ai Macro Beats Studio di Milano, prodotto interamente da Macro Marco con il supporto del producer Gheesa, dei polistrumentisti Ulisse Minati e Mirko Onofrio (Brunori SAS) e del bassista Roberto Dragonetti (Ghemon), con una preziosa incursione del “golden boy” dell’elettronica italiana Yakamoto Kotzuga nella traccia“Un viaggio senza fine”.

Abbiamo avuto occasione di intervistarla e lei ci ha parlato di sè, della sua musica e delle prossime occasioni per incontrarla dal vivo.

D: Ciao Carolina, innanzitutto complimenti per la scelta dell’acronimo (CRLN) che genera un “gioco” accattivante, che sicuramente attira molto l’attenzione. Ti va di raccontarci com’è nata l’idea?

R: Grazie! L’idea di CRLN e di Caroline è nata in verità poco tempo dopo che ho conosciuto Macro Marco. Prima che mi chiedesse di entrare nel suo team, ho avuto una crisi sul nome e così piano piano dopo la proposta siamo arrivati a CRLN che da subito mi suonava benissimo.

Avevo già sentito artisti come JMSN (Jameson) utilizzare un acronimo di questo tipo, quindi l’idea che lo potessi utilizzare anche io e che già mi piacesse così tanto mi elettrizzava.

D: “Parlami di te” è un singolo molto moderno, tra elettronica e pop: la tua voce quasi “eterea” si stende delicatamente sul tappeto di suoni. Com’è nato questo pezzo?

R: La strumentale è di Macro Marco. Ricordo ancora il pomeriggio in cui me l’ha inviata e ho avevo delle cose da dire, specialmente a me stessa, quindi ci ho messo poche ore a scriverci su linee vocali e testo. È uscito tutto molto di getto. Quando l’ho registrata a casa e l’ho rimandata a Macro, ne è rimasto entusiasta. Era un bel singolo e abbiamo subito iniziato a pensare al video.

D: Il tuo Ep s’intitola “Caroline”, ed è uscito lo scorso 20 maggio. Quando e dove lo presenterai?

R: Lo presenterò questo fine settimana in tre date.
Venerdì 17 giugno alla Santeria di Milano, Sabato 18 giugno al Monk di Roma e domenica 19 giugno a Suede Store di Roma. Sul palco ci saremo io alla chitarra e Alberto Brutti dei John Garage al basso e ai controller. Quest’estate poi girerò un po’ per portare live il mio EP prima di chiudermi in studio per realizzare il mio primo disco.

0