Posts Tagged ‘david bowie’

David Bowie e il regalo di compleanno da Helen Green

 

Il giorno successivo al suo sessantottesimo compleanno, ricorso l’otto gennaio, tra le varie manifestazioni d’affetto dei fan ed estimatori di tutto il mondo David Bowie ha ricevuto un dono singolare, di alto valore simbolico nonchè grande bellezza e creatività. Si tratta di una meravigliosa .gif animata dal titolo “Time may change me”, ad opera dell’artista inglese Helen Green, già reclutata nella Haus da Lady Gaga in persona tramite il suo account su Tumblr, come parte integrante del creative team della cantante.

READ MORE

0

Lust For Life: il nuovo biopic sugli anni berlinesi di David Bowie e Iggy Pop

 

Secondo l’Hollywood Reporter, sarebbe in fase di realizzazione un film biografico dal titolo Lust For Life sulla famosa collaborazione tra David Bowie e Iggy Pop a Berlino Ovest, nel 1970. In questo periodo Bowie scrisse uno dei suoi capolavori, ovvero Low ed Iggy Pop realizzò due tra i suoi più grandi successi: The Idiot e Lust for Life.

Alla regia ci sarà Gabriel Range (Morte di un Presidente), mentre la sceneggiatura prenderà spunto da alcune biografie su Bowie e Pop, come i libri di Paul Trynka Starman: David Bowie, Open Up e Bleed: Iggy Pop.

READ MORE

0

David Bowie – Hunky Dory

Autore: David Bowie
Titolo Album: Hunky Dory
Anno: 1971  (Dicembre)
Casa Discografica: RCA
Genere Musicale: Glam Rock

“E’ l’album più facile che abbia mai fatto. Registrarlo è stata una passeggiata e di certo è la cosa migliore a cui abbia mai lavorato.” David Bowie, a proposito di Hunky Dory

Il quarto album in studio di David Bowie, Hunky Dory, è uno dei più belli della sua vasta e camaleontica carriera. Non solo: osiamo definirlo uno dei più belli che siano mai stati scritti nella storia del Rock. Per comprendere da dove proviene la grandezza di questo disco, occorre citare un personaggio chiave la cui tecnica chitarristica forgia l’intera produzione artistica dei primi anni ‘70 di Bowie: il musicista, arrangiatore e produttore Mick Ronson. Dal 1971 al 1973 i due registrano assieme cinque album, suonano dal vivo e in radio, in TV; inoltre collaborano con diversi artisti, tra cui Lou Reed e Lulu.
Inoltre è importante ricordare che David è reduce dal tour negli States durato circa un mese, durante il quale si è dedicato alla promozione di  The Man Who Sold The World: è proprio in questo periodo che assiste al suo primo live dei Velvet Underground (nella lineup di inizio 1971, ovvero senza Lou Reed, sostituito da Doug Yule e senza John Cale) ed incontra per la prima volta Andy Warhol.

READ MORE

0