Posts Tagged ‘Musicraiser’

Meganoidi in concerto: “15 anni di attività in un unico live”

“Produrre un CD/DVD live che rappresenta la vera essenza dei Meganoidi insieme al nostro pubblico è la cosa più bella che un gruppo autoprodotto da 15 anni possa fare. Riusciremo a realizzarlo solo ed esclusivamente se raggiungeremo l’obiettivo, quindi questa volta non ci mettiamo in gioco solo noi, ci mettiamo in gioco tutti. Quindi arriviamo tutti insieme all’obiettivo e produciamo questo sogno”

Ricordate la nostra intervista con Luca Guercio dei Meganoidi, a proposito del loro progetto su Musicraiser? Si trattava di una campagna di crowdfunding con l’intento di realizzare appunto un disco, con annesso DVD , che rappresentasse la band nella sua condizione più autentica (ovvero quella live), la loro storia musicale e il loro rapporto con i fans, da sempre estremamente sincero ed aperto. Ebbene, grazie all’affetto di tante persone che si sono impegnate sia nella promozione, che proprio nel sostegno di questo progetto in qualità di raisers, non solo l’obbiettivo è stato raggiunto: la percentuale è stata del 110% , con conseguente finanziamento.

READ MORE

0

Meganoidi LIVE: il nuovo CD/DVD realizzato con Musicraiser

Ancora una volta, ben orgogliosi di farlo, vi segnaliamo una raccolta fondi molto interessante organizzata da Musicraiser, che stavolta vede come protagonisti i Meganoidi.

In alcuni articoli precedenti (qui e qui) vi abbiamo già parlato della stupenda realtà che è oggi Musicraiser nel suo genere, unica qui in Italia. Il crowdfunding musicale è un vero e proprio incontro tra gli artisti ed il loro pubblico, più concreto della classica stretta di mano post-concerto e al tempo stesso più generoso, autentico che mai. Per la prima volta, la passione verso la musica trova un veicolo e diventa non più a senso unico, ma c’è un ritorno a destinazione: donare è il gesto d’amore per eccellenza, specie in questi tempi di crisi nera.

READ MORE

0

UPM – Unità di Produzione Musicale: il lavoro del musicista

UPM – Unità di Produzione Musicale è un “documentario distopico”, in cui l’utopistico incontra il concreto in maniera a dir poco fragorosa, visto che vengono coinvolti ben sessanta musicisti. Sono presenti nomi quali: Xabier Iriondo, Bruno Dorella, i Ministri, Giulio Favero, Dente, i Morkobot, Eugenio Finardi, gli Zen Circus, Vasco Brondi, Rodrigo d’Erasmo, Steve Piccolo, John Parish, gli Zeus, l’Arsenale, Vincenzo Vasi, Roberta Sammarelli dei Verdena, la Tempesta tutta, la Trovarobato tutta, Fritzdacat, Stefano Pilia, Giorgio Canali, Zona MC, i Baustelle, Manuel Agnelli, Iosonouncane, la Fuzz Orchestra, Davide Toffolo, Julie’s Haircut, Francesca Biliotti, Cesare Basile, i Selton, Honeybird and the Birdies, A Classic Education, Quartetto Prometeo, Alfonso Alberti, Maria Pavan, Steve Wynn. A questi andranno a sommarsi altri nomi sconosciuti, costituendo una miscellanea curiosa che popolerà un documentario che sarà un po’ esperimento e un po’ arte, dietro al quale si cela la figura di un musicista d’eccezione che si chiama Enrico Gabrielli, in collaborazione con Sergio Giusti, critico e teorico di fotografia.

READ MORE

0

I Newdress e il loro Insolito Tour su Musicraiser

 

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta del crowdfunding in compagnia di Musicraiser e, sfogliando tra i vari progetti presenti sul loro sito ci imbattiamo in una band che conosciamo già, in quanto il loro primo album dal titolo Legàmi di Luce, prodotto e arrangiato con Lele Battista, è in streaming da maggio su Ondarock: sono i Newdress. Da tempo siamo rimasti piacevolmente colpiti da questa giovane band di Brescia, non perchè possano suonare particolarmente innovativi o sperimentali, a dispetto del loro nome. Questi ragazzi si cimentano in un synth rock che li avvicina molto a nomi d’oltremanica quali Depeche Mode o i più recenti statunitensi The Killers, mentre restando qui in Italia ricordano un po’ Battiato e molto i Bluvertigo: non a caso in un bellissimo brano dal titolo Bisogna Passare il Tempo Andy Fluon suona il sax.  Il tutto risultando molto credibili ed intensi, collocandosi in una dimensione parallela un po’ post punk revival molto interessante e andando a colmare una lacuna attuale, almeno qui in Italia.

READ MORE

0

Musicraiser e la “sfida” tutta italiana del crowdfunding musicale

 

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato una notizia abbastanza singolare, relativa a Billy Idol: il cantante si è infatti esibito ad una festa di compleanno di un fan, precisamente al club SoDo di Seattle.

Michael Henrichsen, un ragazzo di soli 26 anni, attraverso una raccolta fondi durata 2 anni è riuscito ad ottenere la somma corrispondente al compenso del cantante. Un’iniziativa molto significativa, che certamente più di ogni altra simboleggia la direzione intrapresa ormai da tempo da diverse associazioni in vari campi (sociale, artistico e tecnologico) ovvero il crowdfunding: la raccolta fondi tesa a finanziare progetti di pubblico interesse, partendo dalle donazioni delle persone comuni che diventano così attrici del successo di un’iniziativa, di qualsiasi genere, utilizzando solitamente piattaforme web dedicate che consentono a chi promuove dei progetti di far coincidere le proprie richieste di finanziamento con l’offerta di denaro del pubblico che intende partecipare.

READ MORE

1